Blog: http://sinistramaldestra.ilcannocchiale.it

Sabato 19 aprile "La ballata degli imboscati"

Il “Folk club Latina” & Legambiente, in collaborazione con l’Hamish Henderson folk club di Roma, presentano il 3° appuntamento della rassegna “Ecomusica” dedicato, in questa occasione, ad una delle piu’ importanti figure della cultura scozzese ,il poeta Hamish Henderson .Il titolo dello spettacolo, scritto da Pino Mereu “La Ballata degli imboscati” prende il nome da una canzone “D-Day Dodgers” (gli imboscati del D-Day) che il poeta scrisse in Italia nel’inverno del 1944/45 quando era impegnato a combattere i tedeschi come capitano delle truppe britanniche/scozzesi durante la seconda guerra mondiale .I versi furono composti usando la melodia di “Lili Marlene”molto popolare allora tra i suoi commilitoni.Il “nuovo testo” irriverente, ironico e sarcastico esprime lo stato d’animo dei soldati scozzesi alle accuse di Lady Astor,protagonista dei salotti londinesi ,che aveva definito i soldati britannici di stanza in Italia “imboscati”.Da questo filo conduttore si dipana “un atto unico“ fatto di storie,liriche ,canzoni,musica che raccontano il lungo soggiorno di Henderson in Italia durante la guerra, attraverso i suoi scritti ,le sue canzoni e lr poesie alcune delle quali ispirate anche dai nostri luoghi come ad esempio:” Anzio April”.Oltre a questa, e’ bene ricordare che una delle piu’ belle e famose ballate composte da Henderson“Farewell to Sicily” ripresa ,tra le sue tante versioni, anche da musicisti del calibro di Bert Jansch e Dick Gaughan, fu scritta anch’essa in Italia in quel periodo.Henderson(1919-2002) non fu solo poeta ed autore di grandi canzoni,ma anche saggista,ricercatore di canti popolari,traduttore(di molti scrittori italiani tra cui Gramsci,di cui fu il primo traduttore in Gran bretagna,Quasimodo, Ungaretti,Montale),protagonista della “School of Scottish Studies”,regista cinematografico,autore radiofonico etc,insomma un gigante del folclore e della letteratura scozzese al pari di Robert Burns a cui talaltro si ispirò.Protagonisti di questo spettacolo di teatro_musica sono :Pino Mereu al dulcimer e alla narrazione e la cantante scozzese Alison Adam .
Pino Mereu,giornalista,scrittore e musicista è da anni infaticabile promotore di tutte le iniziative dell’Hamish Henderson folk club di Roma.Scrive per il teatro e per la musica e oltre alla “ballata degli Imboscati” ha ideato e diretto “Quadernos iscrittos”, uno spettacolo bellissimo ,basato su testi di Gramsci,Berger,Marotto.Ha collaborato con Margaret Bennett,Cristiano De Fabritiis,Lidia Riviello,Alistair Mulette attualmente è impegnato, come musicista ,con la poetessa Carla De Bellis per il lavoro “Le perle di Endimione”. E’ stato per molti anni direttore della rivista musicale “Kilmarnock” ,dedicata alla musica tradizionale celtica.Lo spettacolo che presenta a Latina vuole essere un omaggio alla sua grande amicizia che lo legava ad Hamish Henderson ed alla sua straordinaria passione per la cultura scozzese che lo ha fatto diventare una sorta di ambasciatore in Italia della musica e della letteratura caledone.
Alison Adams è allieva della straordinaria folk-singer Alison Mc Morland(scoperta proprio da Hamish Henderson,) con cui ha cantato in molti spettacoli in Scozia.Dotata di una voce intensa ed espressiva, oltre allo studio e la divulgazione del canto tradizionale caledone,Alison si occupa di cinema e teatro.In veste di attrice,ha lavorato con registi del calibro di Paolo Virzi’e Richard Locraine.Se volete conoscere una figura di primissimo piano del folk revival internazionale e scoprire il suo legame con il nostro paese ,partecipate a questo spettacolo:non ve ne pentirete e ne uscirete arricchiti.
Sabato 19 aprile alle ore 21,00,in Piazza Aldo Moro n.37 a Latina (sede di Legambiente)
per prevendita ed altre informazioni su “La ballata degli imboscati” potrete rivolgervi alla Libreria “Piermario&co” sita in via Armellini 26 tel.0773/474804 oppure  339/8979164.

Pubblicato il 16/4/2008 alle 14.16 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web